martedì 21 maggio 2013

PADRE JOZO: DA NOI GLI SPOSI BACIANO LA CROCE E LA PORTANO CON SE

 
Carissimi fratelli voi siete venuti a Medjugorje per la festa dell’Esaltazione della Croce, dopo otto anni e due mesi e mezzo dall’inizio delle apparizioni. Da noi, quando si fa la celebrazione del matrimonio, gli sposi dalla loro casa portano in chiesa un Crocifisso; il parroco lo benedice. Così si è sempre fatto e anche oggi. Gli sposi si sono preparati da qualche mese con diversi incontri. Questa preparazione non è mai mancata. Mai. Tre giorni fa un parroco dell’Umbria mi raccontava come voi non avete avuto nessuna preparazione per il matrimonio. Sono rimasto colpito e triste. Noi sempre abbiamo avuto diversi incontri con i futuri sposi, poi con la famiglia. La catechesi per gli adulti l’abbiamo sempre fatta, prima o dopo la Messa, quando il parroco può. Guardate: gli sposi portano la croce, il parroco la benedice e loro, durante il sacramento, mettono la mano destra sul Crocifisso e dicono la promessa, mentre il parroco la tiene in mano in nome della Chiesa; dopo baciano la croce e la portano nella famiglia. La croce diventa il segno delle nozze. Davanti alla croce è nato il matrimonio, e nata la famiglia.Davanti a questa croce gli sposi, marito e moglie, stanno ogni giorno in preghiera. Quando i bambini nascono non sanno pregare, ma fa niente: sanno stare con i genitori, sanno piangere davanti alla croce; quando incominciano a parlare cominciano anche a pregare. Ogni giorno tutta la famiglia si raccoglie e sta davanti alla croce.Quando arrivano le difficoltà, si va davanti alla croce a pregare. Non esistono da noi i divorziati, le famiglie distrutte. Come posso lasciare mia moglie? Vuoi dire che voglio lasciare la mia croce. Come posso lasciare mio marito? Vuoi dire che voglio lasciare la mia croce, voglio lasciare Gesù. Non ho sposato una moglie o un marito senza peccati o senza difetti; non l’ho trovata perfetta, ma ho trovato la mia croce, segno visibile della mia salvezza: “Non posso rifiutarti, ho bisogno di te perché sei la mia croce”.

0 commenti :

Posta un commento

I commenti sono tutti tracciati tramite indirizzo univoco IP, anche se postati come "Anonimo".
Ogni abuso, volgarità, minaccia, offese, ricatti, linguaggio volgare, sarà segnalato alle Autorità competenti tramite tracciamento IP di provenienza del commento stesso.

 
Copyright © . Nel nome di Jesus - Articoli · Commenti
Code & Graphics: F. Hoefer · Powered by Blogger
La nostra pagina su Translate English German French Arabic Chinese Simplified