domenica 29 giugno 2014

Coroncina Dell' Amore Misericordioso

Segno di Croce.
- Cinque misteri. Dopo ogni mistero si recita per 10 volte una delle più note espressioni usate da Madre Speranza: “Signor mio e Dio mio la tua misericordia ci salvi e il tuo Amore Misericordioso ci liberi da ogni male”. Di seguito si recita la seguente frase: “Castigami Gesù mio per i miei peccati, ma salvami per il tuo amore e la tua misericordia”. Il termine "castigami" è usato per chiedere una purificazione nell’amore e non per domandare una punizione, che potrebbe avere l'effetto di allontanare da Dio.
- Si conclude la corona con un "Padre nostro" e un "Salve oh Regina".

Primo mistero: esortazione e comandamento della misericordia.

Siate misericordiosi, com’è misericordioso il Padre vostro. (Luca 6,36)

Si recita per dieci volte: “Signor mio e Dio mio la tua misericordia ci salvi e il tuo Amore Misericordioso ci liberi da ogni male”.

- "Castigami Gesù mio per i miei peccati, ma salvami per il tuo amore e la tua misericordia"

Secondo mistero:  missionarietà della misericordia.

Andate dunque e imparate che cosa significhi: “Misericordia io voglio e non sacrificio. Infatti,  non sono venuto a chiamare i giusti, ma i peccatori” (Matteo 9,13)

Si recita per dieci volte: “Signor mio e Dio mio la tua misericordia ci salvi e il tuo Amore Misericordioso ci liberi da ogni male”.

“Castigami Gesù mio per i miei peccati, ma salvami per il tuo amore e la tua misericordia”.

Terzo mistero: la giustizia della misericordia.

Se voi non perdonerete agli uomini, nemmeno il Padre vostro vi perdonerà i vostri peccati. (Matteo 6,15)

Si recita per dieci volte “Signor mio e Dio mio la tua misericordia ci salvi e il tuo Amore Misericordioso ci liberi da ogni male”.
"Castigami Gesù mio per i miei peccati, ma salvami per il tuo amore e la tua misericordia”.

Quarto mistero: la beatitudine dei misericordiosi.

Beati i misericordiosi perché troveranno misericordia. (Matteo 5,7)

Si recita per dieci volte “Signor mio e Dio mio la tua misericordia ci salvi e il tuo Amore Misericordioso ci liberi da ogni male”.
"Castigami Gesù mio per i miei peccati, ma salvami per il tuo amore e la tua misericordia”.

Quinto mistero: la gioia della misericordia.

“Ma bisognava far festa e rallegrarsi, perchè questo tuo fratello era morto ed è tornato in vita;  era perduto ed è stato ritrovato”. (Luca 15, 32)

“Si recita per dieci volte “Signor mio e Dio mio la tua misericordia ci salvi e il tuo Amore Misericordioso ci liberi da ogni male”.
“Castigami Gesù mio per i miei peccati, ma salvami per il tuo amore e la tua misericordia”.

Padre nostro, che sei nei cieli, sia santificato il tuo nome, venga il tuo Regno, sia fatta la Tua  Volontà come in cielo così in terra. Dacci oggi il nostro pane quotidiano, e rimetti a noi i nostri  debiti come noi li rimettiamo ai nostri debitori, e non ci indurre in tentazione, ma liberaci dal male. Amen

Salve, Regina, Madre di Misericordia, vita, dolcezza e speranza nostra, salve. A te ricorriamo,  esuli figli di Eva; a Te sospiriamo, gementi e piangenti in questa valle di lacrime. Orsù dunque, avvocata nostra, rivolgi a noi gli occhi tuoi misericordiosi. E mostraci, dopo questo esilio, Gesù, il frutto benedetto del tuo seno. O clemente, o pia, o dolce Vergine Maria.

Testimonianze

Stiamo raccogliendo delle testimonianze sulla coroncina dell’amore misericordioso. Chi vuole può  raccontare l'esperienza di fede al seguente indirizzo web: webmasterpaolamor@gmail.com
Ho ricevuto il compito di pregare la giaculatoria di Madre Speranza il 15 agosto 2003, nella cappella della casa delle ancelle dell’amore misericordioso a Roma. Dopo aver pregato e aver letto alcuni scritti della vita di Madre Speranza, ho ricevuto da lei un messaggio. Madre Speranza mi ha detto di fare una coroncina con una delle giaculatorie da lei insegnate e diffuse nella famiglia dell’amore misericordioso: “Signor mio e Dio mio la tua misericordia ci salvi e il tuo Amore Misericordioso ci liberi da ogni male”.
Al termine di ogni mistero si recita un’altra frase di Madre Speranza: “Castigami Gesù mio per i miei peccati, ma salvami per il tuo amore e la tua misericordia”.
Una delle donne religiose che ha recitato la coroncina ha chiarito il senso del termine “castigami” e ha detto: ”il significato originario della parola castigami è rendere casto.” Paola Mor

Approfondimento teologico:

Beato l'uomo che tu castighi, Signore,
e a cui insegni la tua legge,
per dargli riposo nei giorni di sventura.

Poiché il Signore non respinge il suo popolo
e non abbandona la sua eredità,
il giudizio ritornerà a essere giusto
e lo seguiranno tutti i retti di cuore.

Se il Signore non fosse stato il mio aiuto,
in breve avrei abitato nel regno del silenzio.
Quando dicevo: «Il mio piede vacilla»,
la tua fedeltà, Signore, mi ha sostenuto. Salmo 93

0 commenti :

Posta un commento

I commenti sono tutti tracciati tramite indirizzo univoco IP, anche se postati come "Anonimo".
Ogni abuso, volgarità, minaccia, offese, ricatti, linguaggio volgare, sarà segnalato alle Autorità competenti tramite tracciamento IP di provenienza del commento stesso.

 
Copyright © . Nel nome di Jesus - Articoli · Commenti
Code & Graphics: F. Hoefer · Powered by Blogger
La nostra pagina su Translate English German French Arabic Chinese Simplified