lunedì 2 giugno 2014

La potenza del santo rosario !

Nel 1800 in un celebre esorcismo fatto da alcuni sacerdoti domenicani, Lucifero, parlando della Madonna, fu costretto ad affermare: "Dio ha dato a Lei il potere di schiacciarci e Lei lo fa con il Rosario, che ha reso potente. Per questo il Rosario è la preghiera più forte. Esso è il nostro flagello, la nostra rovina, la nostra sconfitta.
Il Rosario ci vince sempre, ed è sorgente di grazie incredibili per quanti lo recitano per intero.

Per questo noi lo avversiamo e lo combattiamo con tutte le nostre forze, ovunque, ma specialmente nelle comunità, la cui forza spezzerebbe ogni nostra resistenza. Non vi è male che possa resistere al Rosario intero comunitario".
Sempre per quanto riguarda la preghiera del Rosario per sconfiggere il demonio, ecco che cosa accadde durante un esorcismo condotto dal compianto padre passionista Candido Amantini, secondo il racconto di padre Gabriele Amorth, famoso esorcista della Scala Santa di Roma: "Stavamo pregando il Rosario quando, presa da Satana, Giovanna mi strappa la corona facendola a pezzi, sibilando: Voi e la vostra devozione da vecchiette! Allora padre Candido le mette al collo una grande corona, ma Giovanna non la può sopportare e torce il collo e la testa in tutte le direzioni, ansimando furiosamente.

Come mai hai paura della devozione delle vecchiette?, lo sfida padre Candido. Satana risponde gridando: Mi vince. Il padre incalza: Poiché hai osato offendere il Rosario di Maria, ora devi tesserne le lodi. In Nome di Dio, rispondi: E' potente il Rosario?. Risposta: E' potente nella misura in cui si recita bene. Come si fa a recitarlo bene?. Bisogna saper contemplare. Cos'è contemplare?.
Contemplare è adorare. Ma Maria non si può adorare!. E' vero, sì, ma è adorabile.
E prendendo con grazia tra le dita un grano della corona, dice: Ogni grano è una luce e bisogna dirlo così bene che nemmeno una stilla di questa luce vada perduta".


POTREBBE ANCHE INTERESSARTI:

        

        

A parte il Rosario mariano, un'altra preghiera efficace contro le forze del male è la Corona angelica, detta anche Rosario di San Michele Arcangelo, che da molti anni l'Associazione "Milizia di San Michele Arcangelo" sta diffondendo in tutta Italia.

A questo riguardo voglio citare un caso di liberazione dal demonio operato dalla serva di Dio, Madre Maria Serafina Micheli, fondatrice delle Suore degli Angeli, adoratrici della Santa Trinità. Negli atti del processo della sua beatificazione si legge: "Trovavasi la Madre a Sommana per ragioni di salute per cui passava spesso qualche ora in giardino, all'ombra di folte piante.

Andava lassù di tanto in tanto un giovane Seminarista invasato daldemonio. E perché da parte delle suore si cercava di evitare alla Madre tutto quanto potesse affaticarla, fu detto a codesto giovane che la Madre non c'era.
Credettero le suore che egli fosse andato via, ma prima che avessero potuto avvertire la Madre, costui prese a picchiare ad una porta che dal giardino menava su di un viottolo di campagna, che peraltro non aprivasi mai, e di là cominciò a gridare alla bugia delle suore, ma con voce orribile che sembrava uscisse dalla gola di una bestia.
La Madre gli ordinò di tacere e salire dall'altra parte, perché lei lo avrebbe presto raggiunto. Andò, infatti, la buona Madre e, fatto entrare il seminarista, mandò fuori la altre suore.
Quindi, prese ad ascoltare quanto quel giovane le diceva, a volte serenamente, a volte fra contorcimenti, bave e parolacce; poi gli ordinò di inginocchiarsi e di ripetere il Credo e le Litanie alla Madonna, che alternava con invocazioni alla SS.ma Trinità e con segni di croce, fatti con l'acqua benedetta. Il povero giovane si contorceva e non riusciva a pronunziare che monosillabi o ad emettere voci inarticolate, mentre, come se una seconda voce uscisse dalla gola di lui, emetteva ruggiti e guaiti, e spesso delle bestemmie.

La Madre, intanto, come trasfigurata con una forza sovrumana ordinava al demonio per virtù di Santa obbedienza e in nome della Santissima Trinità e di Maria Santissima Immacolata di uscire da quel misero. Maledetta tu, rispondeva quella seconda voce: Maledetta tu, e aggiungeva bestemmie e parolacce. Finalmente la Madre domanda: Quanti siete? Sette, rispose quella voce orribile.

Allora la venerata Madre prese a sgridare i demoni e nuovamente a pregare recitando la Corona degli Angeli.
Finalmente il povero giovane, rimasto come annichilito, riprese a parlare e a narrare molto stentatamente gli strazi che il demonio gli faceva.
Poco dopo il giovane fu liberato. Divenne poi sacerdote e si mantenne sempre in corrispondenza epistolare con la Madre".

POTREBBE ANCHE INTERESSARTI:

        

        

0 commenti :

Posta un commento

I commenti sono tutti tracciati tramite indirizzo univoco IP, anche se postati come "Anonimo".
Ogni abuso, volgarità, minaccia, offese, ricatti, linguaggio volgare, sarà segnalato alle Autorità competenti tramite tracciamento IP di provenienza del commento stesso.

 
Copyright © . Nel nome di Jesus - Articoli · Commenti
Code & Graphics: F. Hoefer · Powered by Blogger
La nostra pagina su Translate English German French Arabic Chinese Simplified