martedì 29 luglio 2014

La devozione alla Madonna della Sacra Cintura


L’origine di questa devozione è molto antica e si fa ricondurre alla madre di sant’Agostino, santa Monica. Si tramanda che, rimasta vedova di suo marito Patrizio, volendo imitare la Beata Vergine Maria anche nel modo di vestire, la pregò di farle conoscere cosa avesse indossato nei giorni della sua vedovanza dopo la morte di san Giuseppe. La Madonna non tardò a compiacerla e le apparve poco dopo coperta da un’ampia veste che dal collo le scendeva fino ai piedi. Santa Monica rimase colpita dalla stoffa così dozzinale della veste, dal suo taglio tanto semplice e di colore scuro, che avrebbe avuto difficoltà a immaginare un abito più dimesso e da penitenza .Intorno alla vita, poi, era cinta da una cintura di pelle di grossolana fattura, che le scendeva fin quasi a terra. A un certo punto la Madre del Signore si slacciò la cintura e la porse a santa Monica, raccomandandole di portarla sempre, e di diffondere questa pratica devozionale presso tutti i fedeli che volessero avere la sua speciale protezione. Il primo ad approfittarne fu il figlio di santa Monica, sant’Agostino e attraverso di lui e, soprattutto, per operadell’Ordine Agostiniano, questa pratica devozionale si propagò nel mondo cristiano. La devozione alla Sacra Cintura della Madonna è stata arricchita nei secoli dai papa di particolari indulgenze. I numerosi miracoli di guarigione da ogni tipo di malattia e la protezione da ogni male, e il conseguimento di numerose grazie materiali e spirituali ottenuti per mezzo della devozione alla Sacra Cintura ha fatto sì che, nel 1575, fosse fondata a Bologna l’Arciconfraternita dei Cinturati di Sant’ Agostino e di Santa Monica sotto l’invocazione di Nostra Signora della Consolazione. Nel 1922 la sede dell’Arciconfraternita fu trasferita nella chiesa di Sant’ Agostino a Roma. Tutte le chiese agostiniane in passato avevano un altare con un quadro o una statua raffigurante la Madonna della Consolazione& seduta in trono con in braccio il Bambino.
Ai lati della Vergine Maria erano posti, sulla destra, sant’Agostino, in ginocchio e in devoto atteggiamento di accogliere la Sacra Cintura dalla Madonna,e, sulla sinistra, santa Monica, nell’atto di riceverla dal Bambino Gesù. Per partecipare ai numerosi vantaggi spirituali e materiali della devozione alla Sacra Cintura, sono richieste tre cose: l’iscrizione, recitare ogni giorno la corona alla Sacra Cintura.

Come si recita

La devozione alla Sacra Cintura rappresenta un’antica pratica devozionale radicata dell’Ordine agostiniano e presso i laici appartenenti al Terz’Ordine per onorare la Madonna della Consolazione.
Essa consiste nel recitare per tredici volte il Padre Nostro e l’Ave Maria.
I singoli Padre Nostro e Ave Maria sono introdotti da uno dei dodici articoli del Credo:

Io credo in Dio Padre onnipotente Creatore del cielo e della terra. Ed in Gesù Cristo suo Figliuolo unico, Signor nostro.
Il quale fu concepito di Spirito Santo: nacque di Maria Vergine.
Patì sotto Ponzio Pilato: fu crocifisso, morto e seppellito.
Discese all’inferno il terzo giorno risuscitò da morte.
Salì al cielo: siede alla destra di Dio Padre Onnipotente.
Di là ha da venire giudicare vivi ed morti.
Credo nello Spirito Santo.
La santa Chiesa cattolica la comunione dei santi.
La remissione; dei peccati.
La risurrezione della carne.
La vita eterna. Amen.
Si conclude con il Salve Regina

0 commenti :

Posta un commento

I commenti sono tutti tracciati tramite indirizzo univoco IP, anche se postati come "Anonimo".
Ogni abuso, volgarità, minaccia, offese, ricatti, linguaggio volgare, sarà segnalato alle Autorità competenti tramite tracciamento IP di provenienza del commento stesso.

 
Copyright © . Nel nome di Jesus - Articoli · Commenti
Code & Graphics: F. Hoefer · Powered by Blogger
La nostra pagina su Translate English German French Arabic Chinese Simplified