domenica 13 luglio 2014

Oggi 13 luglio anniversario delle apparizione della Madonna Rosa Mistica

13 Luglio 1947 – Prima grande apparizione di Maria, Rosa Mistica
Dal diario di Pierina:

«Io sono la Madre di Gesù e la Madre di tutti voi». Così dicendo la Madonna aprì le braccia mostrando sul suo petto tre bellissime rose: bianca, rossa e l’altra gialla con riflessi oro.
Le tre spade erano ai piedi della Madonna, in mezzo a tante rose del medesimo colore di quelle che aveva sul petto. La Vergine così si esprime:
«Nostro Signore mi manda per portare una nuova Devozione Mariana in tutti gli Istituti e Congregazioni religiose, maschili e femminili, e anche ai sacerdoti secolari. Prometto a quegli Istituti religiosi o Congregazioni che più mi onoreranno: che saranno da me protetti, e avranno maggior fioritura di vocazioni e meno vocazioni tradite, meno anime che offendono il Signore col peccato grave, e grande santità nei Ministri di Dio».
[Le tre spade che causano dolore al Cuore Sacratissimo di Maria simboleggiano tre categorie di anime consacrate a Dio che non corrispondono in modo adeguato alla grazia della loro vocazione, che la tradiscono mantenendosi in una situazione di peccato grave e per i sacerdoti che si rendono indegni del loro sacro ministero.
Il messaggio particolare per Pierina diventerà la proposta stessa di “Rosa Mistica” per tutte le comunità religiose e gruppi sparsi nel mondo: preghiera, penitenza, sofferenza per riparare ed eliminare le infedeltà delle persone consacrate e di ogni cristiano.
Il significato delle tre rose è trasparente:
Rosa Bianca: spirito di preghiera per riparare le offese recano al Signore le persone consacrate che non vivono con coerenza la loro vocazione.
Rosa Rossa: spirito di sacrificio per riparare le offese recate al Signore dai consacrati che vivono in peccato mortale.
Rosa Giallo-oro: spirito di immolazione per riparare le offese recate al Signore dai sacerdoti che tradiscono la loro vocazione e, in particolare per ottenere la loro santificazione.
Queste tre rose offerte per amore, con lo spirito di riparazione richiesto da Rosa Mistica, fanno cadere le tre spade dal Cuore della Madonna. Nel corso delle successive apparizioni di Rosa Mistica, la richiesta della preghiera, della riparazione e dello spirito di penitenza si estende a tutte le categorie di persone presenti in ogni latitudine della terra.]
Lo sguardo della Madonna – scrive Pierina – non era diretto solo verso di me, ma era come parlasse a tante persone, e disse: «Desidero che il giorno 13 di ogni mese sia la Giornata Mariana, alla quale siano premesse preghiere speciali di preparazione per 12 giorni». Qui cambiò la sua espressione, diventò triste: «Tale giornata deve essere di riparazione per le offese commesse contro nostro Signore dalle anime consacrate che con le loro colpe fanno penetrare nel mio cuore e nel cuore del mio Divin Figlio tre pungenti spade».
La Madonna suggerisce anche come santificare questo giorno per ottenere grazie e vocazioni: «con preghiere, quali la S. Messa, la S. Comunione, il Rosario, l’Ora di Adorazione».
Ed esprime anche il desiderio che il giorno 13 luglio di ogni anno sia festeggiato da ogni Istituto religioso e ci siano anime che vivono con grande spirito di preghiera, con generosità ed amore al sacrificio, alle prove, alle umiliazioni, consacrati che immolino la loro vita per riparare i tradimenti che riceve Gesù.
La Madonna vuole che questa nuova devozione sia estesa a tutti gli Istituti religiosi, in particolare a quello di Santa Maria Crocifissa, dicendo: «Ho scelto questo Istituto per primo, perché la Fondatrice di esso è la “Di Rosa”, la quale ha infuso nelle sue Figlie lo spirito di carità, così che queste sono come tante roselline, simbolo di carità».
Rosa Mistica non accondiscende alle richieste di un miracolo per rendere credibile la sua presenza, poiché soggiunse: «quello più evidente avverrà quando le anime consacrate si convertiranno e torneranno a rivivere il primitivo spirito dei santi Fondatori».
22 ottobre 1947 – Segno miracoloso: il Crocifisso si anima e dal suo costato scendono gocce di sangue.
«Per l’ultima volta vengo a chiedere la devozione già raccomandata altre volte. Il mio divin Figlio ha voluto lasciare le tracce del suo preziosissimo Sangue per testimoniare quanto grande è il suo amore per gli uomini, dai quali è ricambiato con gravi offese. Prendi il purificatoio e mostralo ai presenti. Ecco le gocce del Sangue del Signore!»
In quest’apparizione la Madonna afferma la sua Mediazione tra gli uomini e in particolare per le anime consacrate e le sollecita alla conversione. Si presenta quale protettrice di tutti gli Istituti religiosi e assicura la sua protezione «per un vivo risveglio nelle fede e perché le anime elette ritornino al primitivo spirito dei loro Fondatori».

17 APRILE 1966: DOMENICA IN ALBIS
Dal diario di Pierina:
“Il mio Divino Figlio Gesù è tutto amore. Mi ha inviata a rendere miracolosa questa sorgente”.
“In segno di penitenza e di purificazione dai un bacio sul gradino (lo diedi subito) poi, “Scendi qualche gradino, fermati, dai ancora un bacio e scendi” (lo diedi e scesi ancora).
“Per la terza volta dai ancora un bacio al gradino e qui sia messo un Crocifisso” (con la mano sinistra mi indicò il posto).
“Gli ammalati e tutti i miei figli, prima di prendere o bere l’acqua, chiedano perdono al mio Divino Figlio con un bel bacio di amore”.
“Con le mani prendi del fango “Lavati con l’acqua. Questo è per insegnare che il peccato nell’anima dei figli diventa fango, ma lavàti con l’acqua della grazia, diventano purificati e degni delle grazie”.
Qui la Madonna si chinò e toccò l’acqua della fonte in due punti, poi salì in alto con un grande splendore. Io pure la segui e inginocchiatami la vidi aprire le braccia e con esse il manto che (si era allargato e) teneva uno spazio grande che si vedeva sotto alla sua destra la Chiesa di Montichiari e la Rocca di Maria; alla sua sinistra invece si vedeva come un enorme casamento.
Molto splendente e maestosa mi disse:
“Sia manifestato a tutti i miei figli ciò che il mio Figlio Gesù volle nel 1947: in Chiesa espressi i Suoi desideri ed i miei Messaggi “Desidero e ripeto che qui vengano gli ammalati e tutti i miei figli, (sospesa) vengano alla fonte miracolosa”.
“Ora qui è la tua missione in mezzo agli ammalati e bisognosi”.
13 MAGGIO 1966 – LA SECONDA APPARIZIONE ALLE FONTANELLE
Dal diario di Pierina:
“Il mio Divino Figlio è tutto amore; il mondo va in rovina (sospesa). Ho ottenuto ancora misericordia e per questo mi ha inviata nuovamente a Montichiari a portare le grazie del suo amore”.
“Per salvare l’umanità occorre: fare preghiera, sacrificio, penitenza”.
“Desidero che qui sia fatta una vasca comoda per immergere gli ammalati; quest’altra fonte deve essere riservata per bere”. Con le mani accennò il posto
“Come desiderate sia chiamata la Fonte?”.
Rispose: “La Fonte della Grazia”. “E il vostro Nome?”.
Rispose: “Rosa Mistica”.
Qui aprì le braccia e con esse il manto enormemente grande. Subito chiesi la sua benedizione. Sorrise e disse:
“Io sono venuta per portare amore, misericordia, pace nelle anime dei miei figli, e raccomando di non gettare fango sulla carità”.
“Mi spiegate il significato del Vostro manto che distendete?”.
Rispose con tanta maestà:
“È per significare l’amore mio che abbraccia tutta l’umanità”.
Io le dissi ancora:
“Cosa desiderate sia fatto alle Fontanelle?”.
Rispose:
“Opere di bene per gli ammalati che qui converranno

9 GIUGNO 1966 – LA TERZA APPARIZIONE ALLE FONTANELLE, FESTA DEL “CORPUS DOMINI”
Dal diario di Pierina:
“Oggi è festa del Corpo del Signore. Festa dell’unione! Festa dell’amore!” “Quanto desidererei che questo grano diventasse Pane Eucaristico… in tante Comunioni riparatrici”. (Accennava al frumento maturo nel campo adiacente). “Desidererei che questo grano trasformato in tante particole arrivasse a Roma e per il 13 ottobre raggiungesse Fatima”.
Le dissi:
“Ma tutto lo debbono dare?”. Mi rispose:
“Sia riferito ai Signori Proprietari del campo che siano generosi nell’offrire questo grano. E si trovino altri cuori generosi, affinché si adempia ciò che desidero”.
“Desidero che qui sia fatta una pensilina con una statua con lo sguardo sulla Fonte”.
“Per il 13 ottobre la statua sia portata qui processionalmente; però prima desidero che il popolo di Montichiari si consacri al mio Cuore”. (sospesa). “Raccomando ai figli di Montichiari che si rendano degni delle grazie che il mio Divino Figlio Gesù concede loro, perciò si emendino dai loro peccati e ritornino ad essere degli esemplari cristiani (sospesa), di esempio al mondo. Montichiari è il paese che il mio Divino Figlio vuole prediligere con l’inviarmi a portare le sue grazie”.
“A te chiedo nuovamente tanta generosità; avrai tanto da soffrire, ma nulla andrà perduto. Io sarò sempre con te”
6 AGOSTO 1966 – QUARTA E ULTIMA APPARIZIONE ALLE FONTANELLE, FESTA DELLA TRASFIGURAZIONE
Dal diario di Pierina:
“Il mio Divino Figlio Gesù mi ha inviata nuovamente per chiedere l’unione mondiale della Comunione riparatrice, e questo sia il giorno 13 ottobre”.
Dopo la mia affermazione, continuò:
“Sia diffusa a tutto il mondo la notizia di questa santa iniziativa che deve incominciare quest’anno per la prima volta e sia sempre ripetuta ogni anno”.
“A quei Rev.di sacerdoti e fedeli che faranno questa pratica eucaristica è assicurata l’abbondanza delle mie grazie”.
“Si cerchi di far arrivare del grano al diletto figlio Papa Paolo e si dica che è stato benedetto dalla nostra visita. (Spiccò qui maggiormente il suo sorriso). È grano della sua terra bresciana – Montichiari – e si dica ciò che il mio Divino Figlio Gesù Cristo desidera, e anche per Fatima”.
Col grano che rimane siano fatti panini e in un giorno fisso vengano distribuiti qui alla Fonte in ricordo della nostra venuta. E questo sia di ringraziamento da parte dei figli che lavorano la terra”.
“Dopo che io fui assunta in Cielo, mi sono sempre interposta come Mediatrice tra il mio Divino Figlio Gesù Cristo e tutta l’umanità!… Quanti favori!… Quanti castighi ho fermato!… Quanti colloqui ho avuto con le anime!… Quante visite feci ancora sulla terra a portare messaggi!”.
“Ma gli uomini continuano ancora ad offendere il Signore! Ecco il perché del mio desiderio dell’unione mondiale della Santa Comunione Riparatrice”.
“È un atto di amore e riconoscenza da parte dei figli verso il Signore”.
“Ho scelto questo luogo di Montichiari perché nei figli che lavorano la terra c’è ancora umiltà come in una povera Betlemme. Poi questo luogo ove ci sarà sempre preghiera, si trasformerà in tante grazie”.
[Il desiderio della Madonna riguardo al grano da mandare a Roma e a Fatima fu perfettamente soddisfatto, certamente per l’intervento del Parroco Abate Mons. Francesco Rossi. Paolo VI benedisse personalmente quel frumento che fu usato per la Santa Comunione, ed una parte fu portato a Fatima dal vescovo Mons. José Pereira Venancio.]
SINTESI DELLE DEVOZIONI RICHIESTE DA ROSA MISTICA NEI SUOI MESSAGGI

1. Ogni 13 del mese sia dedicato a speciali atti di devozione a Maria, con una preparazione di preghiera nei 12 giorni precedenti.
2. Il 13 luglio di ogni anno sia festeggiato in onore di Maria “Rosa Mistica”.
3. Il 13 ottobre di ogni anno (II° domenica del mese) sia santificato con la Santa Comunione Riparatrice preceduta dalla confessione. Il messaggio parla di “Unione Mondiale della santa Comunione Riparatrice”.
Sotto questa denominazione si possono costituire Gruppi di Preghiera o Congregazioni.
4. Ogni anno l’8 dicembre, festa dell’Immacolata Concezione, a mezzogiorno si pratichi l’Ora di Grazia, attendendo le grazie particolari di conversione e di santificazione promesse per quell’Ora. La si pratichi nella propria Chiesa adorando il Santissimo Sacramento, se è possibile, altrimenti anche privatamente o in gruppi di preghiera.
5. Recarsi alla Fonte benedetta in processione, con preghiere penitenziali. Vi si portino gli ammalati e vi si rechino come pellegrini i bisognosi di aiuti spirituali per sé e per i propri cari.
6. Rimangano fondamentali e caratteristiche della Devozione a Maria Rosa Mistica le parole significate dalle tre rose: Preghiera, Sacrificio, Penitenza, cioè pregare con perseveranza e non sottrarsi alle sofferenze, e questo in favore delle anime consacrate.
In particolare: per la conversione delle anime consacrate infedeli alla propria vocazione e per la loro santificazione; per l’aumento delle vocazioni religiose e sacerdotali. Questo scopo della devozione, proposto da Maria prima di tutto agli Istituti Religiosi, diventa in seguito un invito rivolto a ogni cristiano.
7. Caratteristica di tutti i messaggi di Rosa Mistica: accrescere lo spirito di riparazione delle offese contro il sacramento dell’Eucaristia, contro il nome di Dio e di Gesù, contro i privilegi di Maria, contro la Chiesa e il Papa, contro l’innocenza dei piccoli e delle anime semplici, contro la sacralità della vita umana e la santità della famiglia.
Naturalmente presupposto di queste pratiche devozionali è l’osservanza dei Comandamenti, la pratica delle virtù cristiane e in primo luogo della carità verso il prossimo
Fonte: www.mariarosamistica.com
NOVENA A MARIA SANTISSIMA ROSA MISTICA
( La novena si prega per dodici giorni e il tredicesimo giorno è il giorno della Grazia richiesta )

Vergine Immacolata, Madre di Grazia, Rosa Mistica a Onore del tuo Divin Figlio ci prostriamo davanti a Te per implorare da Dio misericordia: non per i nostri meriti, ma per la bontà del Tuo cuore materno, ti chiediamo Aiuti e Grazie, sicuri che ci aiuterai.

Ave Maria

Madre di Gesù, Regina del santo Rosario e Madre della Chiesa Corpo mistico di Cristo, impetriamo per il mondo riarso dalle discordie il dono dell’unità e della pace e tutte quelle Grazie che possano convertire noi e i cuori di tanti figli.

Ave Maria

Rosa Mistica, Regina degli apostoli fa fiorire attorno agli Altari Eucaristici numerose vocazioni religiose e sacerdotali che con la santità della vita e lo zelo ardente per le anime possano estendere il Regno del Tuo Gesù in tutto il mondo, ricolma pure noi dei tuoi favori celesti.

Salve Regina

Rosa mistica, Madre della Chiesa, prega per noi

In riparazione delle bestemmie:

Nei grani grossi della corona si prega:

Diamo omaggio, gloria ed onore a Gesù Redentore, alla Vergine Maria con i Santi, lode sia.

Padre Nostro

Nei grani piccoli si prega:

Signore ti benedico per quelli che ti maledicono

A conclusione della decina si prega:

Vergine Immacolata siate sempre benedetta

Gloria al Padre

Si conclude la novena con:

Sia lodato e ringraziato ogni momento il santissimo e divinissimo sacramento

DIO SIA BENEDETTO

Benedetto è il Suo santo Nome

Benedetto Gesù Cristo vero Dio e vero uomo

Benedetto il Nome di Gesù

Benedetto il Suo Sacratissimo Cuore

Benedetto il Suo preziosissimo Sangue

Benedetto Gesù nel Santissimo Sacramento dell’Altare

Benedetto lo Spirito Santo Paraclito

Benedetta la gran Madre di Dio Maria Santissima

Benedetta la Sua Santa ed Immacolata Concezione

Benedetta la Sua gloriosa Assunzione

Benedetto il Nome di Maria Vergine e Madre

Benedetto San Giuseppe Suo castissimo Sposo

Benedetto Dio nei Suoi Angeli e nei Suoi Santi.

0 commenti :

Posta un commento

I commenti sono tutti tracciati tramite indirizzo univoco IP, anche se postati come "Anonimo".
Ogni abuso, volgarità, minaccia, offese, ricatti, linguaggio volgare, sarà segnalato alle Autorità competenti tramite tracciamento IP di provenienza del commento stesso.

 
Copyright © . Nel nome di Jesus - Articoli · Commenti
Code & Graphics: F. Hoefer · Powered by Blogger
La nostra pagina su Translate English German French Arabic Chinese Simplified