sabato 23 agosto 2014

Maestro quale è il più grande dei Comandamenti Valtorta – Evangelo 596.2

Evangelo 596.2 «Maestro, quale è il maggiore dei comandamenti della Legge?». Gesù, che lo aveva alle spalle, si volta e lo guarda. Una luce tenue di sorriso gli illumina il volto, e poi alza il capo, essendo a capo chino perché lo scriba è di bassa statura e per di più sta curvo in atto di ossequio, e gira lo sguardo sulla folla, lo appunta sul gruppo dei farisei e dottori e scorge il viso pallido di Gioele seminascosto dietro un grosso e impaludato fariseo. Il suo sorriso si accentua. È come una luce che vada a carezzare lo scriba onesto. Poi riabbassa il capo guardando il suo interlocutore e gli risponde: «IL PRIMO (Dt 6,4-5) DI TUTTI I COMANDAMENTI È: "ASCOLTA, O ISRAELE: IL SIGNORE DIO NOSTRO È L'UNICO SIGNORE. TU AMERAI IL SIGNORE DIO TUO CON TUTTO IL TUO CUORE, CON TUTTA LA TUA ANIMA, CON TUTTE LE TUE FORZE". Questo è il primo e supremo comandamento. Il secondo (Lev 19,18) poi è simile a questo: "Amerai il tuo prossimo come te stesso". NON VI SONO COMANDAMENTI MAGGIORI DI QUESTI. ESSI RINCHIUDONO TUTTA LA LEGGE E I PROFETI». «Maestro, Tu hai risposto con sapienza e con verità. Così è. Dio è Unico e non vi è altro dio fuori che Lui. Amarlo con tutto il proprio cuore, con tutta la propria intelligenza, con tutta l'anima e tutte le forze, e amare il prossimo come se stesso, vale molto più di ogni olocausto e sacrificio. Molto lo penso quando medito le parole davidiche (Sal 51,18-19): "A Te non piacciono gli olocausti; il sacrificio a Dio è lo spirito compunto"». «Tu non sei lontano dal Regno di Dio, perché hai compreso quale sia l'olocausto che è gradito a Dio». «Ma quale è l'olocausto maggiormente perfetto?», chiede svelto, a bassa voce, lo scriba, come se dicesse un segreto. Gesù raggia d'amore lasciando cadere questa perla nel cuore di costui che si apre alla sua dottrina, alla dottrina del Regno di Dio, e dice, curvo su lui: «L'olocausto perfetto è amare come noi stessi
coloro che ci perseguitano e non avere rancori. Chi fa questo possederà la pace. È DETTO (Sal 37,11): I MANSUETI POSSEDERANNO LA TERRA e godranno dell'abbondanza della pace. In verità ti dico che colui che sa amare i suoi nemici raggiunge la perfezione e possiede Dio». 596.3 LO SCRIBA LO SALUTA CON DEFERENZA E SE NE TORNA AL SUO GRUPPO, CHE LO RIMPROVERA SOTTOVOCE DI AVER LODATO IL MAESTRO, E CON IRA GLI DICONO: «CHE GLI HAI CHIESTO IN SEGRETO? SEI ANCHE TU, FORSE, SEDOTTO DA LUI?». «HO SENTITO LO SPIRITO DI DIO PARLARE SULLE SUE LABBRA». «SEI UNO STOLTO. LO CREDI FORSE TU IL CRISTO?». «LO CREDO». «In verità fra poco vedremo vuote le nostre scuole dei nostri scribi ed essi andar raminghi dietro quell'Uomo! Ma dove vedi, in Lui, il Cristo?». «DOVE NON SO. SO CHE SENTO CHE È LUI». «Pazzo!», gli voltano inquieti le spalle. GESÙ HA OSSERVATO IL DIALOGO E, QUANDO I FARISEI GLI PASSANO DAVANTI IN GRUPPO SERRATO PER ANDARSENE INQUIETI, LI CHIAMA DICENDO: «ASCOLTATEMI. VOGLIO CHIEDERVI UNA COSA. SECONDO VOI, CHE VE NE PARE DEL CRISTO? DI CHI È FIGLIO?». «SARÀ FIGLIO DI DAVIDE», GLI RISPONDONO MARCANDO IL "SARÀ", PERCHÉ VOGLIONO FARGLI CAPIRE CHE, PER LORO, EGLI NON È IL CRISTO. «E COME DUNQUE DAVIDE, ISPIRATO DA DIO, LO CHIAMA "SIGNORE" DICENDO (Sal 110,1): "IL SIGNORE HA DETTO AL MIO SIGNORE: 'SIEDI ALLA MIA DESTRA FINO A CHE NON AVRÒ MESSO I TUOI NEMICI A SGABELLO AI TUOI PIEDI"'? Se dunque Davide chiama il Cristo "Signore", come il Cristo può essergli figlio?». (…)

0 commenti :

Posta un commento

I commenti sono tutti tracciati tramite indirizzo univoco IP, anche se postati come "Anonimo".
Ogni abuso, volgarità, minaccia, offese, ricatti, linguaggio volgare, sarà segnalato alle Autorità competenti tramite tracciamento IP di provenienza del commento stesso.

 
Copyright © . Nel nome di Jesus - Articoli · Commenti
Code & Graphics: F. Hoefer · Powered by Blogger
La nostra pagina su Translate English German French Arabic Chinese Simplified