mercoledì 8 ottobre 2014

Don Mario, l'esorcista più famoso di Bari: messe da 5 ore ''contro i demoni''



ACQUAVIVA DELLE FONTI -«Arrivano interi pullman dalla Basilicata per assistere alle messe degli ammalati celebrate da don Mario. Sono messe molto lunghe, dove succedono cose strane». Sono le parole degli anziani che passano i propri pomeriggi nei pressi della chiesa San Francesco d'Assisi di Acquaviva delle Fonti. Tutti conoscono il parroco di questa chiesa: Don Mario Cavalera, l’esorcista più famoso della provincia di Bari. L’abbiamo intervistato.Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

Don Mario, perché tanta gente viene a trovarla?

In questa parrocchia celebriamo, una volta al mese, la messa per gli ammalati: comincia alle 16 e finisce alle 21. Innalziamo preghiere di guarigione e liberazione da ogni male. Alcuni mi vengono a trovare da lontano: da Matera, ma anche da Napoli. Se ci sono ammalati me li portano e io secondo il mandato di Gesù impongo le mani, innalzo preghiere e chiedo al padre di guarirli da ogni male.Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

Quindi lei riesce a guarire i malati?

E’ scritto nel Vangelo, dove Gesù dice ai discepoli: “Andate in tutto il mondo, predicate il Vangelo, guarite gli ammalati, scacciate i demoni, imponete le mani e benedite tutti quanti”. La Chiesa Cattolica in tutto questo tempo ha insegnato a pregare e anche a scacciare i demoni con delle formule. Tutti sappiamo che esiste il diavolo, nessuno può dire il contrario e si manifesta in tanti modi. Io visito tanti ammalati. Con la “cristoterapia” si guarisce facilmente: il Signore interviene per guarire le persone. Spesso i medici hanno dato per spacciate alcune persone, ma molte volte il male si riesce a estirpare con la preghiera.Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

In cosa consiste la “preghiera di liberazione dal male”?

La Chiesa ha preparato una formula che viene chiamata esorcismo. Esiste un esorcismo minore e uno maggiore. Il primo lo troviamo anche nel Padre Nostro, quando alla fine la preghiera si conclude con “liberaci da ogni male”. Anche la confessione e l'assoluzione dei peccati sono esorcismi minori. Ma quando ci troviamo davanti a indemoniati, posseduti da spiriti immondi, allora bisogna ricorrere alla preghiera costante e nel nome di Gesù, nel nome della Santissima Trinità. Bisogna ordinare fortemente allo spirito maligno di abbandonare il corpo, non una volta ma più volte. Spesso mi è capitato di avere persone che si liberano solo momentaneamente, per poi essere posseduti ancora. In quel caso è necessario fare più volte gli esorcismi, fino a quando non avviene la liberazione totale.Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

Ma il suo è un “dono” diffuso tra i preti?

Non siamo in centinaia, siamo in pochi ad esercitare questo ministero. Ma attenzione: non è il prete che libera, è il prete che nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo ordina al male di uscire da una persona. Il sacerdote è strumento nelle mani di Dio, non è il sacerdote che guarisce, ma è il Signore che guarisce. La gente, molte volte, queste cose non le capisce e quindi si lega al sacerdote e dice: “Don Mario mi ha guarito da questo male”. In realtà io ho solo pregato: è il Signore che ha guarito dalle malattie. Ma tutto questo avviene solo se c’è fede.Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

Però siete sacerdoti “speciali”… Gli altri preti come la vedono?

Abbiamo l'appellativo di sacerdoti carismatici. Abbiamo dei carismi che sono dei doni che il Signore ci ha dato. Non tutti i preti sono d'accordo: non tutti conoscono il brano del Vangelo in cui il Signore dà a loro il potere di imporre le mani.Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

Perché ci sono persone che vengono “prese dal demonio”?

Molte anime pregano il demonio perchè conceda loro la ricchezza, la vendetta. Le persone possedute da spirito immondo si consacrano al demonio, che prende possesso della loro anima.Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

Quindi le persone indemoniate sarebbero causa del proprio male…Ma lei riesce a percepire il diavolo nelle persone?

Durante la messa, quando invochiamo lo Spirito Santo, riesco a percepire se sono presenti delle negatività nell'assemblea, lo sento se non scorre bene l'invocazione allo Spirito Santo. Allora io chiedo all'assemblea di unirsi alla mia preghiera, oppure in quella preghiera faccio un piccolo esorcismo. Ordino allo spirito della male di uscire dalla comunità e di lasciare libere queste creature a rivolgersi a Dio che le ha create, a rivolgersi a Cristo che li ha redenti, allo Spirito Santo che li ha santificati.Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

Ci racconti qualche episodio…

Mi è capitato diverse volte mentre confesso, mentre faccio il segno della croce, che la persona davanti a me si trasformi: da uomo normale assume il volto di un leone o di una pecora. Devi stare anche attento, perchè se ti spaventi e scappi quello ti insegue e ti può anche picchiare, se tu invece sai che è un indemoniato, lo domini col crocifisso nel nome del Signore e gli ordini di abbandonare il corpo. Ma non è facile. Ti alzi, continui a insistere con le preghiere e non si sa dopo quanto tempo l’uomo, sfinito, si accascerà al suolo. Una volta a terra caccia la schiuma dalla bocca e anche del materiale che era dentro di lui, il male che aveva fatto.

Fonte 

0 commenti :

Posta un commento

I commenti sono tutti tracciati tramite indirizzo univoco IP, anche se postati come "Anonimo".
Ogni abuso, volgarità, minaccia, offese, ricatti, linguaggio volgare, sarà segnalato alle Autorità competenti tramite tracciamento IP di provenienza del commento stesso.

 
Copyright © . Nel nome di Jesus - Articoli · Commenti
Code & Graphics: F. Hoefer · Powered by Blogger
La nostra pagina su Translate English German French Arabic Chinese Simplified