mercoledì 14 gennaio 2015

Padre Amorth ci parla dell' Anticristo



La Massoneria Internazionale Secondo

Padre Amorth: l'attacco alla Chiesa e
ai popoli
Roma - Da tempo continuiamo a sottolineare l’importanza di guardare il mondo con nuovi occhi. Il sistema politico e finanziario che ci circonda è manovrato da pochissimi personaggi – delegati dagli alti vertici economici internazionali, i cosiddetti grandi burattinai – ad agire in favore dei colossi finanziari ben noti ed a discapito dei lavoratori e dei popoli più in generale. Lo stesso Delors negli anni Cinquanta sosteneva come in Europa vi fosse "troppa democrazia" al fine di poter garantire un "buon sistema di governo". Il proletariato, stretto nella morsa delle sempre più anguste politiche d’austerità, continua da anni – pertanto – a garantire l’esistenza e la continuazione del sopruso dei tiranni economici del pianeta a suo svantaggio, pagandolo salatamente con il sudore della propria fronte. Gli immensi sacrifici delle popolazioni europee non hanno portato ad alcuna garanzia per il futuro dei Paesi coinvolti, contribuendo invece paradossalmente a stringere il cappio che da tempo attanaglia il proletariato. I sempre più numerosi suicidi, gli sviluppi dei casi Cipro, Italia, Spagna e Grecia (per tacere sulla Siria e sull'Africa) testimoniano la drammaticità della situazione, mentre gli organi mediatici, in concerto con le principali forze politiche – e le proprie lobby di riferimento – "tengono a bada" miseria e disperazione, relegandoli al di fuori degli schermi televisivi.
Monti e Napolitano? Due Massoni incaricati di "Curare" il "Paese"

Oggi Padre Amorth, autorevole voce del mondo cattolico, esorcista di fama mondiale evidenzia come la massoneria dei giorni nostri stia prepotentemente dettando legge e imponendo i propri luciferini intenti alle popolazioni. Non a caso l'espressione di "Nuovo Ordine Mondiale" va facendosi sempre più usuale. Fin qui nulla di nuovo! "La stessa situazione politica italiana – secondo l'esorcista più famoso al mondo – è da considerarsi come un esempio di consolidamento dei poteri ‘’di casta’’, avendo visto Mario Monti, membro della Trilater Commission, universalmente riconosciuto come il salvatore della Nazione. Chi comanda – ribadisce – è chi ha i soldi. Il nostro mondo è gestito da 7-8 persone che hanno in mano i quattrini" (aggiungiamo: il potere di signoraggio). A Spiegarlo – come detto – Padre Gabriele Amorth in una recentissima intervista per "Il Giornale": "Di Monti cosa vuole che dica? Non per niente è stato messo su da un massone! Perché Napolitano è massone! Non lo conosco personalmente (Monti, ndr) però per essere arrivato così, di colpo, al ruolo che ha… Solo con la potenza della massoneria poteva arrivarci”. Queste le parole del sacerdote della Società San Paolo: parole colme di timore per l’avvenire europeo e del Paese.

POTREBBE ANCHE INTERESSARTI:

        

        

"Sappiamo solo che hanno pestato i poveri e non hanno toccato i ricchi – ha continuato –  Questo lo sappiamo con certezza. Pestato i poveri e non toccato i ricchi! (ribadisce seccato il prelato). Per prima cosa – lamenta – io avrei dimezzato la paga a tutti i parlamentari e ai ministri. Le leggi di Monti? Ho visto varie persone che si sono suicidate in seguito a queste leggi. Ecco un caso comunissimo: "un cittadino – rammenta – possiede un appartamentino dove abita, quindi che non gli rende, e non ha entrate. Gli mettono tasse da pagare, e robuste, oltre 2.000 euro l’anno. Che fa? Io ne ho già conosciuti tanti che mi hanno detto: guardi, padre, l’unica soluzione è il suicidio!”. Un’analisi davvero catastrofica quanto realistica, che riflette d’altronde la realtà che oggi ci circonda lasciando adito solo a vane speranze. Tranne miracoli o "prodigiose conversioni" dell'ultim'ora. Ma a Dio nulla è impossibile! Anche se alla fine è l'uomo a scegliere liberamente di compiere il bene o il male.

 I Fumi di Satana – L'Attacco alla Chiesa di Cristo e il "Carrierismo"

Quel che ci spaventa ancora di più sono le preoccupazioni espresse in merito all’ambito della Chiesa, del quale Padre Gabriele Amorth è – in qualche modo, per l'incarico che riveste –  attore primario e grande conoscitore. “La massoneria – denuncia – ha i propri rami dappertutto. Anche in Vaticano, purtroppo! Ciò esiste - continua Don Amorth come un fiume in piena – perché la massoneria è basata sul denaro, sulla carriera. Si aiutano reciprocamente. Purtroppo anche nella Chiesa ci sono quelli che vanno avanti a forza di carriera, a forza di soldi, a forza di corruzione. Anche nella Chiesa c’è una grande massa di massoni. E anche tra i cardinali ce ne sono, altroché, altroché!"

 Lo sterco del Diavolo e i "Traditori" del Vangelo

La radice di tutto? Sempre la stessa! Il dio danaro! Lo sterco del diavolo. E Don Amorth rispetto a ciò sembra avere le idee più che chiare: "di fronte al dio denaro uno ammazzerebbe suo padre, sua madre, i suoi figli. Anche un uomo di Chiesa lo fa, se non ha la fede. La massoneria è diventata la padrona nella gestione del denaro, un qualcosa di una potenza enorme’’. Lo scenario che si presenta e che viviamo ci ricorda gli ultimi passi della Bibbia che, nell’Apocalisse, profetizza il terribile attacco degli "ultimi tempi" contro la Chiesa che verrà quasi distrutta e le terribili persecuzioni che i "Cristiani autentici" avrebbero subito per testimoniare il Vangelo. Certo, fa pensare come alcuni dei Paesi o aree geografiche oggi sotto attacco (pensiamo a Siria, "Palestina", Grecia, Spagna, Italia) siano anche i luoghi simbolo del Cristianesimo. Sarà un caso? Per noi – alla luce degli studi fatti – no!

 Papa Francesco e Papa Luciani – I Timori di Padre Amorth

Anche per quel che riguarda il soglio pontificio, Padre Amorth teme che i "fumi di Satana" massonici (come furono definiti dalla stessa SS. Vergine Maria a Fatima) possano abbattersi sul nuovo Pontefice, in un modo o nell'altro. Il prelato si è infatti dimostrato preoccupato per le sorti di Papa Francesco, ponendo un parallelismo tra il papato di Bergoglio a quello di Giovanni Paolo I. Eloquenti e molto emblematiche le battute finali dell'intervista: “Papa Luciani ce l’ho qua!’’ ha affermato il sacerdote indicandosi il petto. ‘’Non vorrei – ha concluso – che il nuovo pontefice facesse la stessa fine”. Anche noi dell’Osservatorio Qui Europa ci auguriamo che il neo-eletto Papa possa resistere agli attacchi del maligno ed illuminare i cuori di chi sta distruggendo costantemente i valori e le sicurezze sulle quali si fonda la pacifica convivenza umana e lo stesso Cristianesimo, riportando anche la Chiesa di Cristo (e non quella dei "carrieristi", dei massoni o delle lobby gay) al suo ruolo fondamentale di faro spirituale e morale per tutti gli uomini, in attesa che il tempo indicato dalle scritture sia maturo.

Giovanni Antonio Fois, Sergio Basile (Copyright © 2013 Qui Europa)

FONTE

POTREBBE ANCHE INTERESSARTI:

        

        

0 commenti :

Posta un commento

I commenti sono tutti tracciati tramite indirizzo univoco IP, anche se postati come "Anonimo".
Ogni abuso, volgarità, minaccia, offese, ricatti, linguaggio volgare, sarà segnalato alle Autorità competenti tramite tracciamento IP di provenienza del commento stesso.

 
Copyright © . Nel nome di Jesus - Articoli · Commenti
Code & Graphics: F. Hoefer · Powered by Blogger
La nostra pagina su Translate English German French Arabic Chinese Simplified